Italy by Italy - Vera Ospitalità Italiana
RICERCA LOCALITA'
RICERCA STRUTTURA
Seleziona Regione
Seleziona la tipologia
Cerca
news
Menu Principale

Strutture

Servizi

Prenotazione vacanze Marche


Regione Marche Crotone Catanzaro Reggio Calabria Vibo Valentia Cosenza Caserta Benevento Avellino Salerno Napoli Matera Potenza Piacenza Parma Modena Ferrara Ravenna Bologna Reggio Emilia Forlì Cesena Rimini Udine Gorizia Trieste Pordenone Viterbo Rieti Frosinone Latina Roma Genova Savona La Spezia Imperia Sondrio Lecco Bergamo Brescia Mantova Cremona Lodi Pavia Milano Varese Como Pesaro Ancona Urbino Macerata Ascoli Piceno Isernia Campobasso Biella Torino Verbania Novara Vercelli Alessandria Asti Cuneo Foggia Bari Brindisi Lecce Taranto Olbia Tempio Nuoro Ogliastra Cagliari Carbonia - Iglesias Oristano Sassari Medio Campidano Caltanissetta Palermo Trapani Messina Catania Ragusa Siracusa Enna Agrigento Pistoia Prato Firenze Massa Lucca Pisa Livorno Arezzo Siena Grosseto Bolzano Trento Perugia Terni Aosta Belluno Treviso Venezia Padova Rovigo Verona Vicenza Teramo Pescara Chieti L Aquila
Italybyitaly Macerata
Italybyitaly Ancona
Italybyitaly Ascoli Piceno
Italybyitaly Pesaro

‹‹ torna indietro

Sei in Marche



Notizie utili

Le Marche si trovano nella zona centro-orientale della nostra penisola; ad est sono bagnate dal Mar Adriatico. Il territorio è collinare (69%) e montuoso (31%), zone pianeggianti sorgono solamente a ridosso delle coste.
Le Marche sono un incantevole mosaico di città antiche, ricche di storia, paesi collinari e lunghe spiagge sabbiose come Pesaro, Fano e Portonovo che attraggono ogni anno un gran numero di turisti.
La regione è attraversata dall'Appennino Umbro-Marchigiano e in parte da quello Tosco-Emiliano. Nel territorio settentrionale le cime più alte non superano i duemila metri, ma scendendo verso sud troviamo la catena dei Monti Sibillini, con il Monte Vettore che è la vetta più alta della Regione con i suoi 2.478 metri, meta di escursioni oltre che stazione sciistica.

Il paesaggio montuoso è spoglio di vegetazione, spuntano invece sulle alture le nude rocce calcaree, con piccole zone di cespugli, interrotte da qualche bosco. La zona collinare forma una fascia territoriale larga dai 20 a 30 chilometri dalla costa.
Nell'Appennino troviamo molti valichi che permettono il passaggio all'Umbria. I più importanti e suggestivi sono il Passo della Scheggia, la Bocca Serriola, il Fossato di Vico e il Colfiorito.


Il litorale adriatico bagna la costa per circa 170 chilometri e si presenta con un panorama piatto e rettilineo, con un'alternanza di spiagge sabbiose e ciottolate. L'unico punto dove è interrotta, è quello del promontorio del Monte Conero, dove si è formato un piccolo golfo, nel quale poi si è sviluppato il porto di Ancona. La scogliera del Conero è nota per i suoi scenari selvaggi, con baie e pittoresche località oltre che per il suo vino, il "Rosso del Conero".
Il promontorio del Conero nonostante i suoi modesti e scarsi seicento metri influisce moltissimo anche nel clima delle zone costiere. Nella parte settentrionale sopra il Conero le perturbazioni e i venti freddi provenienti da nord, rendono gli inverni molto rigidi.

Nelle parte meridionale invece, ancora prima dell'arrivo dei Romani, abitavano la Regione i Piceni, una popolazione di origine italica, mentre i Galli Senoni erano confinati lungo il litorale costiero. Con la conquista dei Romani questa zona venne chiamata "Picenum"; a questo periodo risalgono le vecchie vie romane, come la Via Flaminia e la Via Salaria, sulle quali sono state ricalcate molte vie moderne. Ci vollero circa dieci secoli perché il territorio si potesse chiamare Marche.

Nel tedesco antico 'mark' significa regione di confine, e infatti la zona divenne il confine con il Sacro Romano Impero. I feudi che gli imperatori davano ai nobili da condurre di chiamavano "marchesati", da cui presero il nome la Marca di Fano, la Marca di Camerino, la Marca di Ancona. Ecco spiegata la ragione del perché oggi pur essendo una singola regione, ha il nome al plurale.


Gioielli della regione sono certamente Urbino, Loreto e Ascoli Piceno, ma ma le colline dell'interno celano piccole città e paesi davvero caratteristici. Uno dei più belli è San Leo, con la sua imponente fortezza citata da Dante nel Purgatorio.
Urbino e la sua storia ruotano intorno al Palazzo Ducale, residenza rinascimentale tra le più belle d'Italia. Il palazzo di una severa maestosità fu costruito tra il 1444 e il 1482 per il duca Federico da Montefeltro dall'architetto dalmata Luciano Laurana e proseguito da Francesco di Giorgio Martini. Ospita la Galleria Nazionale delle Marche al cui interno si trovano preziosi capolavori di Paolo Uccello, di Piero della Francesca con la "Flagellazione", e di Raffaello con la celebre "Muta".
La Casa di Raffaello è altra meta di visita nella cittadina universitaria, dove il Medieovo si fonde con il Rinascimento.


Loreto, è invece visitatissima dal turismo religioso, ed è tutta raccolta intorno al Santuario della Santa Casa, edificato a partire dal 1468 da celebri architetti come Giuliano da Sangallo, Bramante e Sansovino. All'interno della basilica si trovano gli affreschi di Melozzo da Forlì del 1477, mentre nella Pinacoteca è conservata una notevole raccolta di dipinti di Lorenzo Lotto, che visse dal 1535 fino alla morte nel 1556 come oblato della Santa Casa.

Ascoli Piceno ha un'eredità medievale fortissima che si respira a partire dal Palazzo dei Capitani del Popolo, fino al Duomo del XII secolo, e alla chiesa gotica di S.Francesco e a quella coeva di S.Pietro Martire.
Nella cittadina marittima di Pesaro bisogna visitare i Musei Civici dove è conservato il polittico di Giovanni Bellini con "L'Incoronazione della Vergine".

Capolavoro naturalistico della regione sono invece le Grotte di Frasassi tra le più belle di Europa, con una rete di 18 chilometri di gallerie ed una superficie di 1000 metri aperti al pubblico. Basti pensare che la più grande, la Grotta del Vento, è ampia abbastanza per contenere il Duomo di Milano ed il soffitto raggiunge i 240 metri di altezza.

La cucina regionale è celebre per i tartufi e i saporiti formaggi montani, i prosciutti e i salami. Piatto tipico sono le olive ascolane, ripiene di carne ed erbe, e il "brodetto", una zuppa di pesce la cui preparazione varia a seconda della zona.
Il vino più rinomato è il Verdicchio, bianco e secco, ma altre qualità come il Bianchello del Metauro, stanno guadagnando popolarità.

Vacanze Marche, scegli il tuo soggiorno ideale:

Elenco Regioni


 
Copyright © 2006 | www.italybyitaly.it - Vera Ospitalita' Italiana - Turinvest Srl - P. Iva nr. 01368641007 - C. F. 05179980585
| Mappa